Correzione completa Impossibile creare un'unità di ripristino su Windows 10

  • James Greer
  • 0
  • 3453
  • 735

Risolvere i problemi del computer è sempre più facile se si dispone degli strumenti adeguati. Uno degli strumenti comuni che gli utenti amano utilizzare è l'unità di ripristino, ma sembra che gli utenti non possano creare un'unità di ripristino su Windows 10.

Impossibile creare un'unità di ripristino su Windows 10, come risolverlo?

L'unità di ripristino può essere utile se è necessario ripristinare Windows, tuttavia possono apparire alcuni problemi con questa funzione. A proposito di problemi, questi sono i problemi comuni segnalati dagli utenti:

  • Impossibile creare l'unità di ripristino, mancano alcuni file - Se si verifica questo problema, potresti essere in grado di risolverlo semplicemente eseguendo le scansioni SFC e DISM sul tuo PC.
  • Si è verificato un problema durante la creazione dell'unità di ripristino di Windows 8 - Questo problema può verificarsi anche su versioni precedenti di Windows, ma anche se non utilizzi Windows 10, dovresti essere in grado di applicare alcune delle nostre soluzioni.
  • Crea unità di ripristino bloccata - A volte il processo di creazione può bloccarsi. Se ciò accade, assicurati di disabilitare il tuo antivirus e controlla se questo risolve il problema.
  • L'unità di ripristino non funziona - Secondo gli utenti, a volte l'unità di ripristino potrebbe non funzionare affatto. In tal caso, potrebbe essere necessario risolvere il problema utilizzando il prompt dei comandi e lo strumento diskpart.
  • Si è verificato un problema nell'unità di ripristino - A volte questo messaggio di errore può apparire se la directory Windows.old è ancora presente sul tuo PC. Per risolvere il problema, assicurati di rimuovere Windows.old e prova a creare nuovamente l'unità di ripristino.

Soluzione 1: rimuovere il software problematico

Secondo gli utenti, alcuni software di backup possono creare problemi con l'unità di ripristino. Gli utenti hanno riferito che dopo la disinstallazione di Symantec Ghost 15 o del backup Comodo il problema è stato completamente risolto. Sembra che Symantec Ghost 15 utilizzi la propria versione di VSS che interferisce con la creazione dell'unità di ripristino, ma dopo che il software è stato rimosso, non ci sono stati problemi con l'unità di ripristino.

Sebbene queste due applicazioni siano la causa comune di questo problema, vale la pena ricordare che quasi tutti i software di backup possono interferire con la creazione di un'unità di ripristino, quindi se hai problemi prova a rimuovere tutti i software di backup di terze parti dal tuo PC.

Se desideri rimuovere completamente una determinata applicazione dal tuo PC, ti consigliamo di utilizzare un software di disinstallazione. Nel caso tu non abbia familiarità, il software di disinstallazione è un software speciale che può rimuovere completamente qualsiasi programma dal tuo PC. Se stai cercando un software di disinstallazione, ti consigliamo di provare Programma di disinstallazione IOBit o Revo Uninstaller. Questi strumenti sono semplici da usare e possono rimuovere facilmente qualsiasi applicazione dal tuo PC.


Soluzione 2: disattiva il tuo antivirus

Il tuo strumento antivirus è importante per la tua sicurezza, ma a volte gli strumenti antivirus possono interferire con Windows e causare la comparsa di vari problemi. Se non riesci a creare un'unità di ripristino su Windows 10, il problema potrebbe essere causato dal tuo software antivirus.

Se stai riscontrando questo problema sul tuo PC, potresti provare a disabilitare alcune funzionalità antivirus come la protezione in tempo reale, ecc. Se ciò non aiuta, potresti dover disabilitare completamente il tuo antivirus. Come ultima risorsa, potresti persino dover rimuovere completamente il tuo antivirus.

Se la rimozione dell'antivirus risolve il problema, si consiglia di passare a una nuova soluzione antivirus. Sono disponibili molti ottimi strumenti antivirus, ma i migliori lo sono Bitdefender, BullGuard, e Panda Antivirus, quindi sentiti libero di provarne qualcuno.


Soluzione 3: utilizzare soluzioni di terze parti

Se non riesci a creare un'unità di ripristino su Windows 10, potresti prendere in considerazione l'utilizzo di una soluzione di terze parti. Esistono molte fantastiche applicazioni di terze parti che ti consentono di eseguire il backup e il ripristino di Windows nel caso in cui qualcosa vada storto.

Se stai cercando strumenti che possano facilmente clonare la tua installazione di Windows, potresti prendere in considerazione l'utilizzo di Backup e ripristino di Paragon, MiniTool Partition Wizard Pro o Acronis True Image. Tutte queste applicazioni offrono funzionalità simili, quindi sentiti libero di utilizzarle se non riesci a far funzionare l'unità di ripristino.


Soluzione 4: disabilitare l'avvio protetto

L'avvio protetto è una funzionalità utile progettata per proteggere il PC da utenti malintenzionati, ma a volte questa funzionalità può interferire con la creazione dell'unità di ripristino e l'unica soluzione è disabilitare l'avvio protetto. Per farlo, procedi come segue:

  1. Mentre il tuo computer si avvia, continua a premere F2 o Del per accedere al BIOS.
  2. Una volta entrato nel BIOS, cerca il file Avvio sicuro opzione e disattivare esso.
  3. Dopo aver disabilitato questa opzione, salva le modifiche e riavvia il sistema.

Tieni presente che puoi accedere al BIOS anche procedendo come segue:

  1. Apri l'app Impostazioni e vai a Aggiornamento e sicurezza sezione.
  2. Vai a Recupero scheda e fare clic su Riavvia ora pulsante.
  3. Al riavvio del computer, scegli Risoluzione dei problemi> Opzioni avanzate> Impostazioni firmware UEFI e fare clic su Ricomincia pulsante.
  • LEGGI ANCHE: Come installare Windows 10 tramite UEFI

In alternativa, puoi semplicemente tenere premuto il pulsante Cambio e fare clic su Ricomincia e seguire le istruzioni sopra.

Per maggiori dettagli su come accedere al BIOS e su come disabilitare l'avvio protetto, ti consigliamo di controllare il manuale della tua scheda madre.


Soluzione 5: disabilitare l'esecuzione di alcuni servizi

Apparentemente, alcuni servizi relativi a Microsoft Word ed Excel possono causare problemi con l'unità di ripristino su Windows 10, quindi è necessario trovare e disabilitare tali servizi. Per farlo segui questi passaggi:

  1. stampa Tasto Windows + S ed entra Servizi. Selezionare Servizi dal menu.
  2. Una volta che il file Servizi si apre la finestra che devi individuare e disabilitare Client di virtualizzazione delle applicazioni, gestore di virtualizzazione dei client e Agente del servizio di virtualizzazione dell'applicazione. Per interrompere un servizio è sufficiente fare clic con il pulsante destro del mouse e scegliere Fermare dal menu.

Soluzione 6: prova a utilizzare un'unità flash USB più grande

Gli utenti hanno riferito di non essere in grado di creare un'unità di ripristino in Windows 10 a causa delle dimensioni della loro unità flash USB. Secondo gli utenti, dopo aver utilizzato un'unità flash da 32 GB o più grande, il problema è stato risolto. Gli utenti hanno riportato risultati contrastanti dopo aver utilizzato un'unità flash USB più grande, ma ciò non significa che non sia possibile provare questa soluzione.


Soluzione 7: utilizzare il prompt dei comandi

Molti utenti hanno riferito di non poter creare un'unità di ripristino sul proprio PC Windows 10. Questo può essere un grosso problema per alcuni utenti, tuttavia dovresti essere in grado di risolvere il problema usando Prompt dei comandi e diskpart. Per farlo, segui questi passaggi:

  1. stampa Tasto Windows + X per aprire il menu Win + X. Ora seleziona Prompt dei comandi (amministratore). Se il prompt dei comandi non è disponibile, puoi anche usare PowerShell (amministratore).
  2. accedere diskpart e premere Invio per eseguirlo. Adesso entra volume dell'elenco e premete accedere.
  3. Dovresti vedere un'unità con estensione Recupero etichetta assegnata ad esso. accedere selezionare il volume X per selezionare quel volume. Assicurati di sostituire X con il numero che rappresenta quel volume.
  4. Una volta selezionato il volume, inserisci volume di dettaglio comando per vedere il disco su cui si trova il volume. Nel nostro esempio, questo è il disco 0, ma potrebbe essere diverso sul tuo PC.
  5. Seleziona il disco da Passaggio 4. Per farlo, entra seleziona il disco X comando e sostituire X con il numero corretto. Nel nostro esempio, è 0. Ora inserisci list partizione comando. Memorizza il numero del disco poiché ne avrai bisogno per i passaggi futuri.
  6. Dovresti vedere l'elenco di tutte le partizioni disponibili. accedere selezionare la partizione X e assicurati di selezionare la partizione di ripristino. Nel nostro esempio, questa è la partizione 2. Per verificare se questa è la partizione di ripristino, immettere partizione di dettaglio comando. Assicurati di memorizzare il numero della partizione poiché ne avrai bisogno per i passaggi futuri.
  7. Dopo aver confermato che questa è la tua partizione di ripristino, inserisci Uscita per uscire da diskpart. Prima di entrare, assicurati di ricordare la partizione e il numero del disco che ha la tua partizione di ripristino.
  8. Adesso entra reagentc / setreimage / path \\? \ GLOBALROOT \ device \ harddisk X \ partition Y \ Recovery \ WindowsRE comando. Assicurati di sostituire X con il numero del disco e Y con il numero della partizione. Affinché questa soluzione funzioni, è necessario utilizzare i numeri corretti.
  9. Adesso corri reagentc / abilita comando.
  10. Infine, controlla se tutto è in ordine utilizzando reagentc / info comando.

Questa è una soluzione avanzata e ti consigliamo di essere molto cauto durante l'utilizzo. Se lo trovi confuso, assicurati di leggerlo di nuovo attentamente. Se non capisci come utilizzare questa soluzione, forse dovresti provarne una diversa.


Soluzione 8: rimuovere Windows.old

Se hai recentemente installato o aggiornato Windows 10, è possibile che tu abbia la directory Windows.old sul tuo PC. Se non hai familiarità, questa directory contiene tutti i tuoi file dalla precedente installazione di Windows permettendoti di tornare alla versione precedente di Windows, se necessario.

Questa è un'ottima funzionalità da avere, ma a volte la directory Windows.old può impedirti di creare un'unità di ripristino. Se non riesci a creare un'unità di ripristino sul tuo PC, assicurati di rimuovere la directory Windows.old dal tuo PC.

Puoi farlo utilizzando diversi metodi, ma il più semplice e veloce è da usare CCleaner. Se non hai familiarità, CCleaner è un semplice software che ti consente di pulire il tuo disco rigido e rimuovere i file non necessari.


Soluzione 9: converti l'unità in FAT32

Secondo gli utenti, a volte questo problema può verificarsi se l'unità flash non è formattata come dispositivo FAT32. Come saprai, esistono diversi file system e, sebbene NTFS offra funzionalità migliori rispetto a FAT32, a volte l'unità di ripristino potrebbe richiedere un'unità flash FAT32 per funzionare.

Secondo gli utenti, se non riesci a creare un'unità di ripristino sul tuo PC Windows 10, potresti voler formattare l'unità flash USB come dispositivo FAT32. Questo è piuttosto semplice e puoi farlo seguendo questi passaggi:

  1. Apri questo PC, individua la tua unità flash USB, fai clic con il pulsante destro del mouse e scegli Formato.
  2. Selezionare FAT32 o exFAT come File system. Ora fai clic su Inizio per formattare l'unità.

Al termine del processo di formattazione, prova a creare nuovamente l'unità di ripristino.

Avere un'unità di ripristino è utile se desideri risolvere i problemi su Windows 10, ma se non riesci a creare un'unità di ripristino su Windows 10 assicurati di controllare alcune delle nostre soluzioni per vedere come risolvere questo problema.

Domande frequenti: ulteriori informazioni sull'unità di ripristino

  • Devo creare un disco di ripristino per Windows 10?

Se ti piace essere al sicuro, la risposta è sì. Un disco di ripristino è utile per ripristinare o risolvere i problemi del computer in caso di un grave problema software.

  • Quanto tempo ci vuole per creare un'unità di ripristino di Windows 10?

Il tempo dipende dalla dimensione delle informazioni di cui viene eseguito il backup. Per ogni GB, di solito sono necessari circa 30 minuti. Il tempo di ripristino è simile.

  • Devo eseguire il backup dei file di sistema sull'unità di ripristino?

Se spunti l'opzione per file di sistema di backup allora sarai in grado di utilizzare l'unità come opzione di ripristino se nient'altro ha funzionato. Con il backup dei file di sistema, significa che puoi reinstallare facilmente il computer.

Nota dell'editore: Questo post è stato originariamente pubblicato a luglio 2016 e da allora è stato completamente rinnovato e aggiornato a marzo 2020 per freschezza, accuratezza e completezza.

Questa pagina è stata utile? si No Grazie per averci fatto sapere! Puoi anche aiutarci lasciando una recensione su MyWOT o Trustpillot. Ottieni il massimo dalla tua tecnologia con i nostri suggerimenti quotidiani Dicci perché! Dettagli insufficienti Difficile da capire Altro Invia
  • recupero dati
  • ripristino di Windows



Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Gli articoli più interessanti e utili dal mondo della tecnologia
Suggerimenti pratici, articoli più recenti e ultime notizie per migliorare la tua vita tecnologica. Sentiti come se fossi tuo nel mondo della tecnologia moderna