Windows 8.1 UX e interfaccia utente Le 9 principali funzionalità nuove e aggiornate

  • Lester McBride
  • 0
  • 4889
  • 819

Con il lancio di Windows 8.1, sono state aggiornate anche le funzionalità UX e dell'interfaccia utente e sono state rilasciate anche alcune nuove. Leggi per saperne di più


Oggi stavamo condividendo con voi i collegamenti alla documentazione completa in Windows 8.1 relativa alle nuove linee guida UX e UI. Ora è il momento di vedere quali funzionalità sono state aggiornate e quali sono nuove. La maggior parte delle modifiche viene apportata in modo che gli sviluppatori possano avere un processo di invio delle app più rapido e anche per soddisfare i requisiti del nuovo sistema operativo. Quindi, ecco nove funzionalità nuove e aggiornate:

Finestre ridimensionabili

Windows 8.1 non ha stati di visualizzazione a larghezza fissa. Gli utenti possono ora ridimensionare le app continuamente fino a una larghezza minima. (La larghezza minima predefinita di un'app è 500 pixel.) Quindi le app non hanno più gli stati di visualizzazione snap e riempimento. Invece, sviluppi la tua app in modo che sia funzionale e di bell'aspetto a qualsiasi dimensione fino al minimo.

Nota La vista con lo snap in Windows 8 aveva una larghezza di 320 pixel. La larghezza minima predefinita di 500 pixel è maggiore della vista con snap di Windows 8. Se la tua app funziona bene con dimensioni più piccole e desideri incoraggiare gli utenti a mantenere la tua app sullo schermo, puoi modificare la larghezza minima a 320 pixel. Gli utenti possono avere più di due app sullo schermo contemporaneamente. Quindi la tua app potrebbe apparire tra altre due app e non adiacente al bordo sinistro o destro dello schermo.

Una singola app può aprire più di una finestra contemporaneamente. Un'app può avviare un'altra app. Quando ciò accade, le due app in genere dividono lo schermo in modo uniforme se c'è abbastanza spazio. Ma puoi modificarlo in modo che l'app avviata sia più larga o più stretta dell'app originale o in modo che sostituisca persino l'app originale sullo schermo. Per modificare il comportamento predefinito, utilizzare la proprietà DesiredRemainingView.

Aggiornamenti delle tessere

In Windows 8 c'erano due dimensioni delle tessere: tessere quadrate (150 × 150 pixel sul plateau di scala 1x), tessere larghe (310 × 150 sull'altopiano 1x). In Windows 8.1, sono disponibili due dimensioni di tessere aggiuntive: tessere piccole (70 × 70 sull'altopiano 1x), tessere grandi (310 × 310 sull'altopiano 1x). Poiché tre dei quattro tipi di modelli sono ora quadrati, le tessere che prima erano chiamate tessere "quadrate" in Windows 8 (150 × 150 sull'altopiano 1x) sono ora chiamate tessere "medie". L'intero set è quindi piccolo, medio, largo e grande. Ecco alcuni esempi di tutti e quattro.

Cerca aggiornamenti

Windows 8.1 introduce un nuovo controllo della casella di ricerca per aiutarti a fornire i risultati della ricerca: Windows.UI.Xaml.Controls.SearchBox per le app che utilizzano XAML e WinJS.UI.SearchBox per le app che utilizzano JavaScript. Le tue app ora possono includere la casella di ricerca come elemento nel tuo markup. Il nuovo controllo supporta la creazione di modelli e lo styling completi.

In Windows 8.1, l'esperienza di ricerca delle app è controllata completamente dalle tue app. La casella di ricerca si integra con il contratto di ricerca per potenziare l'esperienza e consentire una personalizzazione approfondita, in modo che le tue app offrano esperienze realizzate in base alle esigenze degli utenti. La casella di ricerca supporta suggerimenti e risultati di ricerca forniti dall'app, cronologia di ricerca specifica per app e supporto completo per le interazioni con tocco, tastiera e mouse.

Condividi aggiornamenti

In Windows 8.1, le app di origine per il contratto di condivisione possono fornire diversi modi per tornare al contenuto condiviso. Windows 8.1 divide il formato Uri in due nuovi formati di dati in DataPackage e introduce quattro nuove proprietà fortemente tipizzate in DataPackagePropertySet. Per DataPackage, il formato Uri è deprecato e sostituito con i formati WebLink e ApplicationLink.

Gli accessi funzionano su ogni schermo

In Windows 8, quando c'erano più app sullo schermo e l'utente richiamava gli accessi, il sistema visualizzava gli accessi per qualsiasi app occupasse la maggior parte dello spazio sullo schermo. In Windows 8.1, il sistema visualizza gli accessi per l'ultima app con cui l'utente ha interagito, indipendentemente dal numero di app presenti sullo schermo o dalla presenza di più schermate. Ad esempio, se l'utente seleziona l'accesso alle impostazioni, il sistema visualizza il riquadro a comparsa Impostazioni per l'ultima app utilizzata.

Progetta la tua app in modo che funzioni con gli accessi indipendentemente dalle dimensioni dell'app. In particolare, la larghezza del riquadro a comparsa Impostazioni deve essere minore o uguale alla larghezza corrente della tua app.

Integrazione con persone ed eventi

Windows 8.1 ti consente di portare il potere di persone ed eventi nella tua app. Puoi consentire agli utenti della tua app di cercare informazioni sulle persone che conoscono all'interno della tua app e interagire con le persone integrando esperienze di comunicazione come messaggi, e-mail, chiamate, videochiamate e così via. Puoi anche mantenere gli utenti nella tua app consentendo loro di visualizzare rapidamente la disponibilità del loro calendario e aggiungere eventi al loro calendario preferito.

Sintesi vocale

Windows 8.1 introduce l'API Windows.Media.SpeechSynthesis, che supporta la sintesi vocale, nota anche come sintesi vocale (TTS), nelle app di Windows Store.Utilizzare la sintesi vocale per richiedere input a un utente, evidenziare le notifiche dell'app e le finestre di dialogo dei messaggi, fornire istruzioni (come la navigazione passo passo) e leggere contenuti come messaggi di testo o e-mail, feed RSS, libri e risultati di ricerca.

Windows 8.1 include una serie di motori di sintesi vocale, noti come voci. Ogni voce ha un nome descrittivo, come Microsoft David (en-US, maschio), Microsoft Zira (en-US, femmina) e Microsoft Hazel (en-UK, femmina), che può essere specificato nella tua app e anche selezionato dal pannello di controllo Lingua da un utente. Le funzionalità di sintesi vocale supportate da Windows 8.1 consentono:

Impostazione del sintetizzatore vocale su un genere, una voce e una lingua specifici. Generazione dell'output vocale da una stringa di testo normale utilizzando le caratteristiche e le proprietà predefinite della voce corrente. Generazione di output vocale da una stringa contenente SSML (Speech Synthesis Markup Language) per personalizzare le caratteristiche della voce, la pronuncia, il volume, il tono, la frequenza o la velocità, l'enfasi e così via. Lettura e scrittura di dati audio generati dal motore di sintesi vocale da e verso un flusso ad accesso casuale.

Supporto per app di allarme nella schermata di blocco

In Windows 8.1, uno degli slot della schermata di blocco viene ora utilizzato per le app di allarme. Le app di allarme utilizzano la classe AlarmApplicationManager per richiedere l'autorizzazione dell'utente a essere l'app di allarme di sistema. Se l'utente concede l'autorizzazione (o se l'utente inserisce l'app in quello slot di allarme utilizzando il pannello di controllo), l'app prende lo slot e diventa l'app di allarme di sistema. Le notifiche di allarme attivate dall'app di allarme di sistema vengono quindi mostrate all'utente con una precisione di un secondo. Solo l'app nello slot di allarme può attivare le notifiche di allarme; le notifiche di allarme attivate da altre app vengono trattate come normali notifiche.

Aggiornamenti alla pianificazione degli elementi di lavoro

L'API CoreDispatcher (Windows :: UI :: Core: CoreDispatcher) ora consente un maggiore controllo sulle priorità nella pianificazione degli elementi di lavoro. In Windows 8.1, le priorità di invio del lavoro sono ora in questo ordine:

SendMessage (priorità massima)
CoreDispatcherPriority.High
CoreDispatcherPriority.Normal (include messaggi finestra e chiamate COM (Component Object Model))
Qualsiasi messaggio di input del dispositivo
CoreDispatcherPriority.Low
CoreDispatcherPriority.Idle (priorità più bassa, utilizzato per attività in background)

Cosa pensi come sviluppatore, questi cambiamenti sono buoni o cattivi?

  • sviluppatori Windows 8



Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Gli articoli più interessanti e utili dal mondo della tecnologia
Suggerimenti pratici, articoli più recenti e ultime notizie per migliorare la tua vita tecnologica. Sentiti come se fossi tuo nel mondo della tecnologia moderna